SAPONE 100% NATURALE FATTO IN CASA - metodo a freddo -

Il metodo a freddo

Il metodo a freddo è il sistema più semplice e immediato per preparare il sapone. In questa tecnica si sfrutta il calore naturale, prodotto dalla reazione tra la soda caustica e i grassi, per portare a termine la saponificazione. Questo calore va dunque controllato e soprattutto mantenuto il più lungo possibile perchè possa svolgere il suo compito.

Per ottenere un buon sapone a freddo è necessario:

  • Pesare con assoluta precisione gli ingredienti; anche la minima differenza può rovinare tutto;
  • Miscelare grassi e soluzione caustica alla temperatura ottimale;
  • Isolare gli stampi nelle prime 24 ore perchè il calore della reazione chimica non si disperda.

 

 

FACCIAMO INSIEME UN SAPONE

Ingredienti fondamentali:
- 1 chilo di olio di oliva
- 128 grammi di soda caustica (NaOH)
- 300 grammi di acqua

Ingredienti facoltativi:
- 10 ml di olio essenziale di lavanda - 1 cucchiaio di farina di riso - 1 cucchiaio di fiori secchi di lavanda tritati

  • Fase 1: preparare l'area di lavoro
    Il posto ideale per fare il sapone è la cucina perché c'è a portata di mano tutto quello che serve. Sgombrate il piano di lavoro, copritelo con vecchi giornali o con strofinacci. Indossate i guanti e tenete a portata di mano la mascherina e gli occhialini. Tirate fuori tutte le attrezzature e gli ingredienti, disponendoli a portata di mano.
  • Fase 2: preparare la soluzione caustica
    Indossate guanti, mascherina e occhialini; in una tazza larga pesate con assoluta precisione la soda caustica. Nella caraffa di pirex pesate l'acqua. Mettete la caraffa sul fondo del lavello. Versate poco a poco la soda nell acqua, mescolando in modo che si sciolga bene. Attenzione perché la temperatura della soluzione caustica salirà rapidamente sino ad 70/80 gradi. Riponete il contenitore coperto in un luogo sicuro a raffreddare
  • Fase 3: preparare i grassi
    Mettete la pentola di acciaio sulla bilancia e, con assoluta precisione, pesate l'olio. Mettete la pentola sul fornello. Fate scaldare a fuoco bassissimo, mescolando di tanto in tanto. L'olio non deve scaldarsi troppo.
  • Fase 4: preparare gli ingredienti facoltativi
    Mentre la soluzione caustica raffredda e il grasso si riscalda, misurare l'olio essenziale di lavanda. In una tazzina mescolare l'olio essenziale con la farina di riso. Tritare finemente i fiori secchi di lavanda.
  • Fase 5: versare la soluzione caustica nei grassi
    Indossate guanti, mascherina e occhialini, con il termometro controllate la temperatura del grasso e della soluzione caustica. Quando entrambe sono a 45 gradi, versate dolcemente la soluzione caustica nel grasso, mescolando bene col cucchiaio di legno. Ora è il momento di passare al frullatore a immersione; fate attenzione agli schizzi e mescolate pochi secondi per volta, alternando pause per controllare lo stato del sapone e per evitare che il motore si scaldi.
  • Fase 6: il nastro
    Questo è un punto cruciale per tutti i saponai! Mentre frullate, il sapone cambierà colore e consistenza, diventando sempre più cremoso. Ad un tratto, togliendo il frullatore e facendo colare un po' di miscela nella pentola, vedrete che resterà in superficie per qualche secondo prima di affondare. Questa "traccia" è il nastro. Adesso potete aggiungere tutti gli ingredienti facoltativi che avete previsto: posate il frullatore, prendete il cucchiaio e mescolate piano mentre versate l'olio essenziale nel sapone e poi aggiungete i fiori tritati.
  • Fase 7: il gel
    Dopo aver aggiunto velocemente gli ingredienti facoltativi, versate il sapone fresco nello stampo. Isolate bene con coperte perchè stia caldo. Dopo qualche ora il calore prodotto dalla reazione chimica trasformerà il sapone in una massa traslucida e gelatinosa: è la cosiddetta "fase del gel". Questa è una reazione che avviene mentre il sapone è dentro la coperta ma è molto importante perchè i saponi che non vanno in gel impiegano più tempo a maturare e possono essere meno gentili con la pelle. Se usate stampi piccoli isolateli singolarmente perchè il calore si conservi bene e il sapone arrivi al gel. Isolate poco solo se avete usato ingredienti zuccherini (latte, miele) per evitare un surriscaldamento.
  • Fase 8: stagionatura
    Lasciate il sapone coperto nello stampo per 48 ore. Dopo sformatelo e lasciatelo maturare all'aria in un ambiente asciutto e fresco. La saponificazione si completa nel giro di un paio di settimane ma la stagionatura ottimale di un sapone di olio di oliva è di 6-8 settimane. Stagionando il sapone migliora in compattezza, tenuta e delicatezza. Il sapone è come il vino, più invecchia e meglio è!

Preparazione del Sapone Liquido per dosatori

Il sapone naturale può sostituire tutti i detersivi della casa: da quelli per il bucato a quelli per i pavimenti o i piatti.
Per poterlo utilizzare con più comodità è meglio trasformarlo in gel con questa procedura:

Tagliuzzate a scaglie il sapone;

Pesate 1 parte di scaglie per 10 di acqua (per esempio 100 gr di scaglie di sapone per 1 litro di acqua)
 e mettete tutto in una pentola;

Fate scaldare a fuoco molto basso fino a quando il sapone è del tutto sciolto;

Potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale e poi trasferire in un contenitore di plastica.
Per essere trasformato in gel il sapone non ha bisogno di una lunga stagionatura; può essere liquefatto già dopo 2 settimane. Indossate i guanti per maneggiar
e un sapone fresco perché può essere ancora un po’ irritante.
 Il gel risente della temperatura esterna e può presentarsi più o meno liquido a seconda delle stagioni. Se è troppo solido, basta
diluirlo con acqua bollente fino alla consistenza desiderata.
Una tazza di gel nella pallina o nella vaschetta sarà sufficiente per il vostro bucato di tutti i giorni. Il sapone naturale liquefatto può essere usato senza problema anche per lavare i capi delicati.
Utilizzate aceto al posto dell’ammorbidente: non inquina e pulisce la lavatrice dal calcare.
Grassi animali come lo strutto o vegetali come l’olio di oliva e di palma hanno un ottimo potere detergente. Ricordatevi che i saponi da bucato utilizzano una quantità di soda non scontata perché va evitato che resti grasso libero nel sapone finito.
Non fate sapone senza prima aver imparato le regole di sicurezza. Ogni danno o azzardo connesso con la mancata conoscenza o
applicazione delle regole di sicurezza è a totale carico dell’utilizzatore.

LE LAVANOCI ! ! !

Introduzione
Noci lavanti sono conosciute da millenni in India e nel Nepal, dove infatti fin da sempre i gusci delle noci dell’albero di sapone Sapindus Mukorossi, vengono impiegate come detersivo per il bucato. I gusci vengono inoltre usati anche per la cura degli elefanti sacri e la noce stessa trova impiego nella medicina Ayurvedica.

 

L’azione delle noci lavanti é tanto efficiente quanto semplice: Il guscio contiene una sostanza chiamata saponina, che si comporta come un sapone, sciogliendosi cioè nell’acqua per poi sviluppare il suo potere detergente, disinfettante ed antibatterico. L’industria si serve di questa sostanza da lunghissimo tempo per la produzione di vari saponi e detersivi, però i prodotti finali oltre alla saponina contengono numerose sostanze chimiche, che non solo hanno un’importanza marginale per la forza detergente, ma, come è noto, risultano anche nocive per l’uomo e per l’ambiente. L’utilizzo diretto della noce stessa, cioè senza alterazioni chimiche, finora destò poco interesse.

I vantaggi delle nostre noci lavanti chiamate ‘Lavanoci’ comunque sono notevoli e numerosi:

 

  • Sono assolutamente innocue per qualsiasi tipo di pelle, poiché naturali al 100% e senza additivi chimici. Ciò permette il loro uso anche per chi é affetto da allergie, dermatopatologie e per chi comunque abbia problemi di pelle.
    Sono economiche. Infatti con il loro uso é possibile risparmiare fino al 50% rispetto al detersivo convenzionale.
    Sono efficaci. Il pulito ottenuto con le noci di solito corrisponde come minimo a quello degli altri detersivi, tradizionali o ecologici che essi siano.
    Non sono aggressive. Il lavaggio con le noci lavanti mantiene i colori nitidi e vivaci e protegge i tessuti. Nel Nepal infatti anche la seta più fina viene lavata in questo modo! La saponina inoltre non corrode nessuna parte della lavatrice e previene la formazione di calcare.
    Sono ecologiche. Infatti le noci non inquinano l’acqua e sono una sostanza che ricresce in continuazione.
    Sono biodegradabili al 100%. Una volta sfruttate, le noci possono essere buttate sulla composta. Il vostro giardino ve ne sarà grato!

Come funzionano le Lavanoci?
Al contatto con l’acqua, la noce lavante cede una sostanza saponosa (la saponina) che possiede le stesse proprietà di un detersivo comune. Le Lavanoci si usano direttamente in lavatrice – inserendo infatti i gusci dentro ad un sacchetto di stoffa, a lavaggio ultimato si potrà estrarre il sacchetto senza dovere recuperare i gusci uno per uno.

Come usare le Lavanoci?
A seconda della quantità di biancheria e della grandezza inserisca 4 – 8 Lavanoci in un sacchetto di stoffa o anche in un calzino, lo annodi e lo ponga direttamente nel tamburo della Sua lavatrice. Le Lavanoci sostituiscono il detersivo! Potrà potenziare l’effetto pulente con l’aggiunta di qualche tronchetto (ca. 5 pezzi) di ceramica EM ed impregnando il sacchetto con EMa non diluito (ca. un cucchiaino). La ceramica EM rende l’acqua meno dura e permette così di ottenere una forza lavante ottimale anche a quantità minori di detersivo.
L’EMa contribuisce allo scioglimento delle particelle di sporco ed instaura un ambiente microbico favorevole nei tessuti. (Per ulteriori informazioni sulla scoperta fondamentale EM, consulti il nostro sito embio.it)

Le Lavanoci sono efficaci a tutte le temperature (30 – 90°) e su tutti i tipi di tessuti – dal cotone fino alla lana e alla seta. Per ottenere un bianco impeccabili conviene aggiungere uno sbiancante naturale oppure lavare i capi di tanto in tanto con un detersivo convenzionale.
Da notare: Il bianco risulterà ancora più splendido con l’aggiunta di EMa (non più di un cucchiaio!).

Le Lavanoci possono essere usate come minimo due volte, in caso di acqua poco dura e di basse temperature anche una terza volta. Una confezione di Lavanoci da 1 kg durerà ca. 1 anno, calcolando dai due ai tre lavaggi settimanali.

 

La sorpresa del lavaggio naturale!
La biancheria risulterà di un pulito incredibile! La saponina contenuta nelle Lavanoci scioglie qualsiasi tipo di grasso e sporco, proteggendo contemporaneamente fibre ed colori. Potrete rinunciare anche all’uso di un ammorbidente, poiché la saponina stessa dona di per una piacevole morbidezza ai tessuti.

Per combattere le macchie particolarmente resistenti come ad esempio quelle di sangue o vino rosso, si consiglia di trattare la parte prima del lavaggio con EMa diluito oppure con uno smacchiatore naturale.

Il bucato lavato con le Lavanoci risulta del tutto neutrale. Perciò potrete decidere Voi stessi se e come profumare il Vostro bucato, scegliendo un olio etereo di Vostro gradimento e impregnando il sacchetto delle noci con qualche goccia di lavanda, rosa, arancia o citronella.

 

La vera alternativa multiuso
Le Lavanoci dimostrano le loro preziosissime proprietà non solo nel lavaggio dei tessuti, ma anche nell’igiene personale e come detergente universale per le più svariate esigenze. Soprattutto le persone allergiche o affette da altre dermatopatologie traggono il massimo beneficio dall’innocuità dell’alternativa Lavanoci.

Il decotto delle Lavanoci è la vera soluzione universale per detergere, curare e prevenire contemporaneamente:

 

  • Shampoo
    Il decotto delle Lavanoci é un ottimo Shampoo antiforfora e dona lucentezza e vitalità ai Vostri capelli, rendendoli per di più docili alla pettinatura ed impedendo che ritornino grassi entro breve tempo. È lo shampoo ideale per chi soffra di allergie oppure abbia problemi di cuoio capelluto.
    Detergente stoviglie
    Con il decotto Lavanoci pulite e disinfettate le Vostre stoviglie e contemporaneamente curate la pelle delle Vostre mani.
    Detergente universale
    Con il decotto delle Lavanoci potete e pulire qualsiasi superficie lavabile, dal bagno alla macchina, proteggendo inoltre la pelle delle Vostre mani.
    Sapone liquido
    Usate il decotto come sapone liquido.
    Shampoo per il Vostro cane o gatto
    Lavate il Vostro animale con il decotto e senza sostanze chimiche. Ve lo ringrazierà in benessere e salute.
    Protezione per le vostre piante
    L’albero Sapindus Mukorossi produce la saponina proprio per proteggersi contro insetti parassiti. Provi a usare il decotto sulle Sue piante ornamentali sia in casa che in giardino e si renderà conto di avere a disposizione un ottimo anticrittogamico naturale e innocuo per l’ambiente.

 

La pianta Sapindus Mukorossi
La noce lavante é il frutto dell’albero chiamato Sapindus Mukorossi, una pianta appartenente alla famiglia delle Sapindaceae. Originario delle Indie del Sud, il Mukorossi si é diffuso in tutta l’india e nel Nepal. La saponina prodotta dalla pianta serve da protezione contro i vari parassiti ed è presente, in forma concentrata, nei gusci delle noci. Il raccolto avviene tra settembre e ottobre, quando cioè il frutto risulta appiccicoso e dal colore dorato. Immediatamente dopo il raccolto l’interno della noce viene estratto ed i gusci vengono essiccati. Il 15% del guscio è costituito da saponina altamente concentrata, ed è proprio questa la sostanza che possiede le eccellenti proprietà detergenti.

La coltivazione del Sapindus Mukorossi rispetta e protegge l’ambiente:

 

  • Il Sapindus produce i primi frutti dopo circa nove anni die crescita e continua a produrli per ca. 90 anni. La pianta non sfrutta il terreno, ma, al contrario, fertilizza il suolo ed risulta essere un ottimo antidoto contro la desertificazione di certe zone.
    Il Sapindus Mukorossi, con la sua fotosintesi attiva durante il suo completo ciclo di vita, contribuisce alla trasformazione il biossido di carbonio in ossigeno – espletando così un’azione antagonistica all’ surriscaldamento dell’atmosfera.
    Le Lavanoci sono biodegradabili al 100% e vengono smaltite tramite compostaggio.

Grazie alle Lavanoci finalmente è possibile …

 

                        Bucato splendente con la coscienza pulita!

ASSORBENTE LAVABILE !!

Assorbente per tutto il ciclo, morbidissimo sulla pelle, un comfort assolutamente da provare! Le misure indicate si riferiscono alla parte assorbente, ed escludono le alette che si svoltano e fissano con un piccolo bottoncino di plastica agli slip. Esternamente è di PUL che è impermeabile, lo strato assorbente interno è in spugnetta di cotone, la parte a contatto con la pelle in micro-pile di poliestere che tiene la pelle asciutta. Si lavano in lavatrice fino a 60°C senza alcun problema, anche se di colori diversi, perchè non stingono! Possono andare nell'asciugatrice o sul termosifone. Per qualsiasi dubbio in merito alla scelta degli assorbenti prima dell'acquisto o per un corretto utilizzo puoi consultare il nostro FORUM dove tante altre mamme hanno raccontato le loro esperienze e trovato risposte a tantissime domande! Oppure lascia un Ticket nel nostro HELP-DESK Ti risponderemo nel piu' breve tempo possibile! Caratteristiche Brand Mommy's Touch Dimensioni (cm) 25,5 x 7,5 Composizione Poliuretano Laminato (esterno), Micropile (interno) Colore Interno Bianco Tipo Assorbente Comfort Provenienza Stati Uniti

SALVA-SLIP
SALVA-SLIP

DIVENTA ANCHE TU UN ECO-GENITORE ! !

Al giorno d'oggi siamo talmente abituati al pensiero USA-E-GETTA che non ci chiediamo mai dove và a finire tutta la spazzatura che buttiamo, se viene smaltita, bruciata, riciclata.

 


Ora, dando per scontato ovviamente che un pannolino usa e getta non è riciclabile, significa che tutti i pannolini che buttiamo in sacchettini profumati inquinano il mondo!


Un bambino usa da 6 a 8 pannolini al giorno dal primo giorno in cui nasce fino ai 2/3 anni di età.


Se facciamo una media abbastanza approsimativa possiamo dire che fino a 1 anno un bambino usa 8 pannolini al giorno, da 1 a 2 anni ne usa 6, da 2 anni a 3 anni ne usa 4 (è una media ovviamente, ci sarà chi a 2 anni e mezzo ne usa solo 2 e chi ne usa ancora 6).


Partendo da questo conteggio possiamo facilmente definire che dalla nascita al compimento dei 3 anni un bambino usa:


8 pannolini x 365gg = 2.920 pannolini il primo anno


6 pannolini x 365gg = 2.190 pannolini il secondo anno


4 pannolini x 365gg = 1.460 pannolini il terzo anno


che in totale sono 6.570 pannolini per ogni bambino!


Avete mai pesato un pannolino prima di gettarlo? Se non lo avete fatto Voi, l'ho fatto IO!


Un pannolino di giorno quando viene buttato pesa attorno ai 200gr, di notte pesa attorno ai 300gr, ovviamente questo calcolo varia a seconda dell'età del bambino e della quantità di liquidi che il bambino beve nell'arco della giornata. Io ho un figlio che beve molto quindi facciamo un conteggio per difetto, dicendo che:


1 pannolino giornaliero gettato pesa 150gr e 1 pannolino notturno ne pesa 250gr.


Dal nostro calcolo precedente quindi possiamo dire che ci sono


1.095 pannolini notturni e


5.475 pannolini giornalieri


il calcolo quindi è il seguente:


1.095 x 250gr = 273,75 Kg di pannolini


5.475 x 150gr = 821,25 Kg di pannolini


Il che significa che produciamo UNA TONNELLATA (1.095Kg) DI RIFIUTI SOLO PER UNO DEI NOSTRI FIGLI!


Se consideriamo poi che al di là della pipì e della pupù che i bambini producono, ogni pannolino buttato, indipendentemete da quanto riempito, è pieno di prodotti chimici, carta, plastica e quant'altro resta sempre impressionante pensare che ne buttiamo così tanti! 6.570 pannolini solo per "archiviare" pipì e pupù di un bimbo sono veramente una cosa ESAGERATA!


In ultimo, tanto per capire che al mondo non c'è soltanto nostro figlio... consideriamo il numero di bambini nati SOLO IN ITALIA nel corso del 2005, sono la bellezza di 554.022 bambini (dato istat)...


siamo capaci di fare conti cosi grandi? :-O


554.022 bambini x 6.570 pannolini nei primi tre anni di vita = 36.399.245 .... 36 milioni!!! di pannolini gettati!


554.022 bambini x 1.095Kg di rifiuto non riciclabile = 606.654 TONNELLATE DI RIFIUTI dal 2005 al 2008!


Mi vengono i brividi quando riguardo questi calcoli, che per quanto qualcuno possa dire... io ne uso uno al giorno di meno, oppure: mio figlio dai 2 anni e mezzo non ne usa piu'... beh non fa molto testo in quanto è la ripercussione su mezzo milione di bambini nati che FA LA DIFFERENZA!


Ci sono periodi in cui un bambino ne usa anche di piu', sappiamo che quando un bambino sta mettendo i denti viene cambiato molto piu' spesso quindi i 6 pannolini al giorno diventano anche 9, ma i conti che ho voluto fare li ho fatti per difetto per RENDERE L'IDEA senza la pretesa di fare CRONACA!

 

L'ASPETTO ECONOMICO

 

Il lato economico è un altro aspetto molto importante credo per tutti i genitori, i bambini da quando stanno nella pancia iniziano a incidere pesantemente sul bilancio familiare, si rinuncia quasi a tutto per dare al bambino "il meglio", non ci compriamo quasi piu' nulla e se lo facciamo ci sentiamo anche in colpa!


Riprendiamo i calcoli fatti nella pagina precedente (Impatto  Ambientale) per cercare di capire quanti soldi riserviamo a pipì e pupù dei nostri beneamati pargoli!


Il conto che andremo a fare sarà aprossimativo ovviamente perchè sul mercato sono presenti pannolini usa e getta di diverse marche e diverse misure, come sapete mano a mano che la taglia cresce in una confezione per lo stesso prezzo ci sono meno pannolini.


Di solito i BabyBorn ne contengono 28/30 e gli Yunior 20, comunque cercheremo di fare un calcolo equo.


Tralasciando ovviamente che esistono marche super-economiche dai dati che leggo in giro è appurato che c'e' una  marca che regna sovrana e quindi (senza fare nomi) mi riferiro' a quella, nel suo prodotto "standard" utilizzando il prezzo promozionale che vedo sugli scaffali al momento e che è già di per sè un prezzo scontato.


Facciamo una media sulla confezione di pannolini... vanno da 20 a 28 mi pare equo dire che una confezione per 3 anni ne contiene 24 ok?


Il costo della confezione è di 7 euro.


1 pannolino quindi ha un costo che si aggira sui 29 centesimi di Euro.


(Ovviamente sappiamo che ce ne sarà uno da 0,25 e uno da 0,35)


6.570 pannolini x 29 cents = 1.905,30 Euro


Se a questo conto aggiungiamo che, i pannolini BabyBorn costano il 50% in piu' (circa 8/9 euro a confezione) e li usiamo per un paio di mesi, che il calcolo non considera il numero sostenuto di salviette umidificate, che molti di noi in abbinamento acquistano sacchettini per gettare i pannolini usati... beh... dire che spendiamo 2.000 euro per pipì e pupù è anche riduttivo!



LA SALUTE DEL BAMBINO



Non è mia intenzione demonizzare l'uso dei pannolini usa e getta, nè ho la pretesa di riassumere qui tutte le informazioni reperibili tranquillamente sul web da chi ne sia interessato, voglio solo riportare un piccolo scorcio di cio' che, se siete interessati, dovrete cercare e approfondire usando un qualsiasi motore di ricerca.


Ecco uno stralcio, che riguarda una denuncia di GreenPeace:


La denuncia di Greenpeace

Secondo uno studio, pubblicato lo scorso 17 maggio da Greenpeace Germania, i pannolini delle marche più diffuse conterrebbero tributilina o più esattamente tributale di stagno (Tbt), un composto che già in una percentuale di 0,001 microgrammi per litro risulta letale per gli organismi acquatici.


Il tributale è un composto tossico ad azione permanente che si concentra negli organismi viventi alterandone l'equilibrio ormonale e il sistema immunitario e proprio per l'elevato potere biocida, questa sostanza trova impiego nella verniciatura degli scafi delle barche allo scopo di evitare il deposito di alghe e conchiglie.


Nell'uomo può provocare l'insorgere di tumori e gravi disturbi al sistema nervoso.


L'analisi di campioni di pannolini usa e getta tra le marche più diffuse in Germania, ha rilevato un contenuto di 4,2 microgrammi di tributale nei pannolini Benetton; 4,7 microgrammi nei Fixies e fino a 8,6 microgrammi di Tbt nei Pampers Baby-Dry.

Privi di Tbt e di altri composti organici di stagno sono risultati invece i pannolini delle marche Moltex & ko, Moltex Extra Dry, Boy & Girl, Babywindel e H?wi boy and Girl, tutti assenti sul mercato italiano.


Del resto appare abbastanza ovvio che nella gara forsennata a CHI TIENE PIU' ASCIUTTO IL TUO BAMBINO le case si siano inventate gli espedimenti piu' assurdi e magari poco sani, cio' penso non sorprenda nessuno, ma tutti questi composti chimici presenti nel pannolino, che a contatto con la pipì si trasformano in gel (magia!)  stanno addosso alle parti intime dei nostri bambini per ben 3 anni!


E' interessante anche fare caso al fatto che, paradossalmente, il fatto che un pannolino usa e getta faccia sentire il nostro bambino COSI ASCIUTTO! è controproducente perchè il bambino non sentendo la sensazione di bagnato tarda a liberarsi del pannolino stesso ritardando quindi il passaggio al vasino e all'indipendenza!

http://www.ecobaby.it/shop/index.php

Sfondi Blog

BIOWASHBALL E PER 3 ANNI NON CONSUMI DETERSIVO

http://www.biocosmo.net/catalogo-prodotti.html?page=shop.product_details&flypage=flypage.tpl&product_id=3&category_id=2&vmcchk=1

Laundrywashingball

Prezzo per Unità (pezzi): €35,00
€32,00
Risparmi: €3,00
Numero di pezzi per scatola:1
Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

 Questo prodotto è in vendita anche su ebay

La Sfera per fare il Bucato denza detersivo

Perchè la Laundry Washing Ball è la migliore?.

Ha le stesse caratteristiche se non migliori delle altre palline in commercio (tipo di ricarica, durata, garanzia, materiali e tecnologia di lavaggio), ha anche un'efficacia sorprendente sui capi sporchi e particolarmente ostinati.
Lo dicono le nostre recenti prove sul campo e test approfonditi.

Laundry Washing Ball è completamente anallergica, adatta in particolare ai lavaggi dei vestiti dei bambini: evita infatti completamente l'uso di detersivi chimici (causanti allergie, pruriti, etc etc). Mettetela in lavatrice insieme ai panni, ad una temperatura massima di 50°C, ed avviate il ciclo di lavaggio. L'ammorbidente potete mantenerlo, ma vi consigliamo di sostituirlo con l'aceto di vino bianco (più ecologico ed altrettanto efficace).

 

  • La Laundry Washing Ball è l’ultima versione tecnologica in questo campo a livello mondiale !
  • La più alta efficienza di lavaggio ottenuta tramite potenti raggi infrarossi e forte forza magnetica (ha all’interno magneti cosa che la maggior parte delle palline in commercio non hanno).
  • Grande durata dei componenti interni ed esterni ! 
    L’involucro non si rompe perché è fatto di un materiale tecnologicamente avanzato e oltre a durare di più impedisce alle parti interne di uscire e venire a contatto con il bucato e quindi si è al sicuro da eventuali danni ai capi:
    Per questo la Laundry Washing Ball, la Palla che lava è garantita 3 anni!
  • E’ meno rumorosa delle altre palle in commercio in quanto utilizza un guscio fatto di un materiale tecnologicamente avanzato.
  • Migliore qualità garantita in comparazione a qualsiasi altra palla che lava !
Laundry Washing Ball
La palla che lava senza detersivo in lavatrice.
Al contrario di tutti gli altri prodotti analoghi attualmente in commercio la Laundry Washing Ball è l'unica che garantisce 1000 lavaggi con gli stessi risultati ... dal lavaggio numero 0 al 999mo!!
Infatti è l'unica che fornisce il soddisfatto o rimborsato (entro i primi 10 giorni dall'acquistoper la fase di test) e con sostituzione della pallina se questa si rompesse nell'arco dei 3 anni.
Se hai voglia di stupirti e provare questa grande novità che può fare la differenza al tuo portafoglio e alla natura,
questa è l'occasione giusta! FUNZIONA!
La grande sponsorizzazione di Beppe Grillo per questo tipo di tecnologia di lavaggio, con la sua Biowashball, non fa altro che confermare la tendenza reale all'utilizzo di questi tipi di prodotti e la loro efficacia pulente e non inquinante.
La Laundry Washing Ball già diffusa ancor prima della Biowashball ha fatto da apripista al grande pubblico permettendo la diffusione di questa nuova tecnologia portandosi dietro tutta quella serie di temi inerenti il risparmio domestico, il consumo consapevole e il rispetto della natura, che Grillo da sempre condivide e ha fatto propri.

La Laundry Washing Ball è una pallina verde ed la più potente delle attuali in commercio perchè al suo interno non ha solo le sfere in materiale ceramico caricato elettrostaticamente e che si rigenera al sole.
Ma ha anche elementi magnetici a carica costante e altri a emanazione infrared.
La combinazione di queste tre caratteristiche provocano l'eccitamento delle molecole dell'acqua che, come conseguenza diretta al contatto con i tessuti, staccano lo sporco lasciandolo sospeso nell'acqua.

Al contrario dei detersivi che danno il loro migliore risultato solo attraverso l'azione meccanica dello sfregamento, la Laundry Washing Ball non provoca l'usura dei tessuti, non sbiadisce i colori, è anti batterica e non provoca le più comuni irritazioni dovute ad allergie da eccessivo uso di detersivi.
Ecco perchè sul lungo periodo la Laundry Washing Ball offre il miglior risultato e il miglior rapporto qualità/prezzo.
E' GARANTITA 3 ANNI con per 1000 lavaggi.

Anche lo stesso involucro esterno e ideato per resistere agli urti e non disperdere le sfere interne nel cestello della tua lavastoviglie. Al contrario della BioWashBall che è dotata di una plastica più "gommosa", non fornisce questa garanzia di durata.
 
Usare la Laundry Washing Ball significa risparmiare, ma anche fare un semplice gesto per la pelle, un gesto infinito per la natura, e quindi ottenere (quasi gratis) un nuovo metodo per ottenere un vero risparmio ed un oggetto economico, ecologico, pulito e sicuro.

La Laundry Washing Ball è la più usata nelle lavanderie automatiche all'estero,
poichè è la più professionale in fatto di efficacia e durata.

E' una sfera di lavaggio che lava senza detersivi. Ipoallergenica, antibatterica, economica, dona comfort e benessere.


Vantaggi

Benessere: Si eliminano i rischi di allergia correlati con i residui di detersivo sui vestiti e la biancheria.
Antibatterica: sopprime i microrganismi patogeni.
Economica: elimina l’uso dei detersivi (circa 1000 € di risparmio in 3 anni su una base di un lavaggio/giorno), risparmio di elettricità (lavaggio a una temperatura massima di 50° per tutta la biancheria, anche quella bianca).

Ecologica (senza fosfati): preservazione dell’acqua e delle falde freatiche. Inoltre è stata inserita nella guida degli ecoprodotti.
Utile: Permette di conservare l’elasticità dei tessuti, preserva la biancheria dalla decolorazione e dall’ossidazione, causate dal cloro diluito nell’acqua.


Efficace perchè la più tecnologicamente avanzata!

Sono i potenti raggi infrarossi emessi dalle ceramiche della Laundry Washing Ball che disgregano le molecole d'idrogeno dell'acqua per aumentare il movimento molecolare.

Questa azione dona all’acqua una grande capacità di penetrazione e aumenta il suo potere lavante.

La Laundry Washing Ball emette ioni negativi che indeboliscono l'aderenza dello sporco ai tessuti, rendendone facile la rimozione senza ricorrere ai detersivi.

La Laundry Washing Ball ha un pH di circa 10 che è equivalente a quello di un normale detersivo chimico. Questo permette un efficace trattamento di macchie grasse, organiche o chimiche.

La Laundry Washing Ball elimina i composti cloridrici nell'acqua e diminuisce la sua pressione superficiale, aumentando così il suo potere pulente.

In ultimo, la Laundry Washing Ball elimina i germi patogeni nell'acqua della vostra lavatrice, dandovi tessuti puliti e salubri. Biowashball ha un effetto antibatterico ed elimina i cattivi odori.


Modalità e durata

Può essere usata per 3 anni su una media di un lavaggio con 4kg di carico al giorno.
Per carichi di oltre 4 kg, usate 2 Laundry Washing Ball.
Per preservarne l'efficacia, basta posizionare la Laundry Washing Ball al sole per un'ora al mese, per rigenerarne le microsfere di ceramica.


Istruzioni per l’uso:
Separare i capi bianchi da quelli colorati. Mettere la Laundry Washing Ball nel tamburo della lavatrice in mezzo alla biancheria da lavare. Mettere in funzione la lavatrice. Alla fine del ciclo di lavaggio, estrarre la biancheria, pulita e igienizzata.

Cerchiamo distributori di zona in tutta Italia , possibilità di fornitura anche di grosse quantità.
Prodotto già presente in Italia, no tasse doganali .


Scegli di vivere una vita
 ECOista !



Potete risparmiare ulteriormente effettuando ordini maggiori:
- 3 pezzi: 93,00 € (31,00 € cadauna)
- 10 pezzi: 300,00 € (€30,00 cadauna) + un'altra Laundrywashball in omaggio!!!

Per questi tipi di ordini scrivere prima a info@biocosmo.net per definire i termini di pagamento.

http://www.biocosmo.net/catalogo-prodotti.html?page=shop.product_details&category_id=2&flypage=flypage.tpl&product_id=3